Kayak smontabili modulari Tequila! e Martini di Point 65°N

Una possibile alternativa al Kayak/Canoa gonfiabile, per chi vuole facilità di trasporto e rimessaggio, ma allo stesso tempo non vuole rinunciare allo scafo rigido: al 51° Salone Nautico Internazionale di Genova del 7 Ottobre 2011 avevo fotografato un kayak marino modulare, scomponibile in 2 o 3 parti, della Resinvetro.

Ebbene c’è un altro produttore, Point 65°N (vedere la pagina ‘The Kayaks/Take apart’ per altre informazioni e schede tecniche su ciascun modello), che ha in catalogo due modelli di kayak turistici modulari: il Sit On Top Tequila! e la versione ‘chiusa’ Martini.

Tequila! Tandem, Sit On Top modulare, immagine da Point 65°N

Qui sono rappresentate le versioni a due posti, la versione singola è senza il modulo centrale (quindi, acquistando la versione a due posti, all’occorenza si ha a disposizione la versione singola).

Martini Tandem, Kayak modulare, immagine da Point 65°N

Si tratta di kayak stabili, adatti ad un uso ricreativo, per la pesca e il turismo a raggio corto o medio (la versione chiusa Martini ha due capienti gavoni stagni per stivare i bagagli) e promettono discrete prestazioni:

Martini Tandem, caratteristiche, immagine da Point 65°N

Martini Tandem, caratteristiche, immagine da Point 65°N

Sarebbe interessante una prova comparativa con i migliori prodotti gonfiabili della stessa fascia di prezzo (su un sito tedesco si va rispettivamente dai 599/799 € del Tequila! singolo/doppio ai 799/1199 del Martini singolo/doppio).

Un prodotto sicuramente interessante, l’assemblaggio e il disassemblaggio sono semplici, anche se poi da smontati, come si vede alla fine del video, occupano comunque più spazio di un gonfiabile:

Altra cosa interessante, aggiungendo un numero a piacere di moduli centrali, si può ottenere un kayak da 3 posti, da 4 posti, … , etc.!

3 thoughts on “Kayak smontabili modulari Tequila! e Martini di Point 65°N

  1. Ciao, sono un amatore del kayak che stava pensando di acquistarne uno doppio. Per motivi di comodità nel trasporto stavo cercando una soluzione alternativa al kayak classico, quindi sto valutando se prendere un kayak gonfiabile o uno smontabile. Il mio budget è sui 300€. Ti volevo chiedere se sai dove sono acquistabili in italia quelli smontabili, e se ce ne sono di più economici, eventualmente anche usati (se c’è un mercato dell’usato smontabile in italia). Ad ogni modo cosa mi consiglieresti?

  2. Ciao, quando cercavo informazioni sui modelli recensiti in quest’articolo, in Italia avevo trovato questo http://www.gravitazero.biz/area.php?area=206 (hanno un negozio a Roma e uno a Lavagna, vicino a Genova). Per quanto riguarda gli smontabili potresti provare a contattare gli autori di questo sito, http://www.inflayak.com/home.html, che a suo tempo è stato fonte d’ispirazione per me: convinti utilizzatori di kayak gonfiabili passati poi allo smontabile, sicuramente hanno più esperienza di me. Parlando invece di gonfiabili, la mia attuale visione è riassunta nell’articolo https://piccolebarche.wordpress.com/2012/01/20/perche-un-kayak-o-una-canoa-gonfiabile-sono-un-buon-modo-per-iniziare-alcune-considerazioni/: se dovessi comprarne uno domani senza pormi problemi di budget probabilmente prenderei il Seaeagle fastTrack 385, Allison Mac di InflatableKayakWorld.com dice che va talmente bene che è facile dimenticarsi di essere su un gonfiabile. Per andare su un buget intorno ai 300 euro, mi incuriosisce il Pathfinder II della Jilong, mi piacerebbe provarlo e capire quanto possa essere una valida alternativa a prezzo molto più abbordabile (per es. http://www.webnautica.it/jilong-europe-m-82.html); interessante anche la Colorado della Sevylor se sei disposto a rinunciare a prestazioni velocistiche in cambio di un mezzo stabile e con una ottima comodità e capacità di carico; sul sito dove avevo trovato gli smontabili mi incuriosicono anche i due della Gumotex in offerta http://www.gravitazero.biz/area.php?area=146, sembrano un ‘entry level’ piuttosto più in alto rispetto ad altri. Mi piaceva il Sevylor Canyon, che si trova intorno ai 200 euro, ma poi ho trovato delle recensioni che non ne parlano bene (sembra che dopo pochi minuti ti ritrovi in ammollo, da verificare se hanno eliminato il probelma). Lascerei perdere certi modelli entry level che si trovano a 100, 150 euro: praticamente fermi, sono indicati sopratutto per chi vuole fare un primissimo tentativo, magari una famiglia con bambini. Spero di esserti stato utile e fammi sapere poi le evoluzioni.

    • E’ passato un po’ di tempo e ho potuto raccogliere altre informazioni.
      Per quanto riguarda il Pathfinder II, è sicuramente interessente come rapporto qualità/prezzo (ogni tanto dò un’occhiata su Ebay..) ma il Seaeagle FastTrack 385 è un’altra cosa (ma costa molto di più..). Per quanto riguarda i Gumotex, li ho visti dal vivo al salone di Venezia (https://piccolebarche.wordpress.com/2012/04/21/salone-nautico-venezia-2012-un-po-di-piccola-nautica/) e… altro che entry level: nel caso mi capitasse di entrare in un negozio con il Gumotex Solar 410 c e il Seaeagle FastTrack 385 a fianco, per non rischiare, penso sia meglio non avere in tasca i soldi per comprarli entrambi🙂.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...