Diario costruzione primo (e secondo) esemplare Bateau FL14

Casa delle Piccole Barche

Sono terminati i lavori per costruire due esemplari di questo Bateau FL14 (Flat Skiff, 14 piedi)! Avevamo visto il modellino qui ed era il primo della lista nella pagina della flotta futura

Qui le foto più significative con alcuni commenti.

Altre foto sul sito di Tiziano Biasoli, dove ci sono molte altre cose interessanti, anche, ma non solo, in tema nautico (con un occhio di riguardo alla navigazione fluviale).

View original post

Studio preliminare Bateau FL14

Casa delle Piccole Barche

La pagina della flotta futura sta crescendo (e in questo momento ho ancora parecchie cose da aggiungere …). Nel frattempo sto pensando al primo modello da mettere in cantiere e ne ho realizzato un modellino in scala 1/12 utilizzando i disegni dei piani standard, così come sono.

Per questa prima realizzazione da utilizzare per la locazione ho pensato di partire da una cosa semplice, allo stesso tempo stabile e sicura, e che consenta, come le due Terhi Saiman, di essere utilizzata sia con il piccolo motore elettrico che a remi. Per ora, ma solo per ora, ho messo da parte altre barche più specialistiche … o quelle un po’ più ‘strane’ e ho scelto quindi il modello Flat Skiff 14 di Bateau.com: per chi le ha provate potrei dire la mia versione, autocostruita, delle Terhi Saiman. La principale differenza è data dal fondo piatto: perdiamo i vantaggi ‘marini’ di un fondo non piatto, non…

View original post 174 altre parole

DoryMan e le barche venete

Ieri sera stavo cercando nella rete per vedere di trovare dei piani per costruire con la tecnica del cuci e incolla una mascareta o qualcosa di simile e ho trovato questo bel blog, di qualcuno nell’Oregon (costa ovest degli Stati Uniti), direi. Molto ricco di articoli e immagini di barchette tradizionali o autocostruite di ogni tipo … fino ad arrivare alle ‘lontane’ Mascarete, Sandoli, Sampierote, etc. della Laguna Veneta (e non solo…).

Segnalo gli articoli

Rowing in Venice, dove è riportato un bellissimo video fornito da Giacomo De Stefano (Manontheriver)

e Venetian Boats, con altre belle foto dalla Laguna Veneta dell’amico Giacomo

… piccolo il mondo se vai a remi!

PS: una Dory non è così distante da un piccolo Sandolo o da una Mascareta (nell’immagine che segue una Dory, la Oarling di Devlin):

Una Dory: Devlin Oarling

Basterebbe modificare un po’ la prua e aggiungere la ‘bolla’ nella parte posteriore del fondo che permette di arretrare il peso senza farla ‘appoppare’ … e poi ovviamente le forcole (nell’immagine che segue una Mascareta a 4 vogatori della Canottieri Mestre):

Mascareta Canottieri Mestre

Ma per ora, tanto per restare sul tema partendo da una cosa semplice, ho comprato i piani di questa piroga, la Ranger di Selway-Fisher (di cui c’è anche la versione da 24 piedi, circa 7,3 metri …):

Selway-Fisher Ranger 16

Antonio e il Packraft

Segnalo volentieri questo nuovo sito dell’amico Antonio, dedicato al “Packraft”:

packraftingitalia.

Il Packraft di Antonio

Come dice Antonio sul suo sito (da cui prendo anche video e immagini)

“Packraft  è il termine inglese per indicare un piccolo gommone portatile, progettato per navigare in ogni tipologia di ambiente acquatico, dai fiumi d’acqua bianca alle baie e fiordi oceanici. Un packraft è abbastanza leggero e sufficientemente compatto per essere trasportato per lunghe distanze, si inserisce nello zaino, in bicicletta, in una sacca da viaggio, anche in un  marsupio, tuttavia è un’imbarcazione funzionale.”

“Per essere considerati packraft devono pesare meno di 4 kg” (!)

Io lo definirei un piccolo kayak da acque bianche (si utilizza la pagaia a doppia pala da kayak, per essere intonati al mezzo magari “divisibile in 2-5 pezzi, di preferenza leggera o ultraleggera ( fibra e/o carbonio)”) ma, sebbene siano

“nati per le grandi imprese, la maggior parte dei proprietari di packraft li utilizza per gite giornaliere, in cui vi sia un mix tra il trekking lungo sentieri e la discesa in fiume, torrente o la navigazione sui laghi. Nell’utilizzo in acque bianche sono usati normalmente in fiumi di classe II o meno. Tuttavia, ultimamente sono utilizzati in torrenti anche di classe V, che in precedenza erano considerati idonei esclusivamente per kayak e gommoni più grandi.”

“I packrafts sono utilizzati per viaggiare in treno o con altri mezzi pubblici, e sono sempre più popolari tra i coloro che intendono portare con se un imbarcazione leggera nei viaggi aerei.”

Anche se (per ora…), che io sappia, senza vela, penso piacerebbero anche a qualcun altro …😉

pagaia e bici

e qui un video esemplificativo

Padova in Voga 2013 – Le foto

Peccato per il tempo, le previsioni davano possibile pioggia da una certa ora del pomeriggio in poi … ma per fortuna ha tenuto fino alla fine della manifestazione. Bello!

Dispiace un po’ assistere da terra alla ripartenza …

Arrivederci al prossimo anno!

… e magari ci sarà anche una canoa o una piroga targata “Casa delle Piccole Barche”.

Padova in Voga 2013

Forza, quest’anno il Piovego lo ricopriamo di canoe!

Casa delle Piccole Barche

Canoe al parco Venturini-Natale

E’ alla quinta edizione questa simpaticissima e bellissima manifestazione che si svolgerà domenica 15 settembre 2013 e di cui allego opuscolo e scheda per l’iscrizione.

Opuscolo Padova in Voga 2013

Scheda iscrizione singola

Il percorso, di circa 14 km, si snoda lungo un anello fluviale tutto intorno e dentro la città di Padova. La partenza avviene al di là della conca di Voltabarozzo, si naviga lungo lo Scaricatore (raccomandato anche per passeggiate a piedi o in bicicletta e per correre …) per poi discendere il Tronco Maestro (passando dalla Specola e poi in mezzo a palazzi d’epoca …),  e arrivare nel Piovego. Da qui il percorso lo conosciamo bene: Porte Contarine, Portello, tappa al parco Venturini-Natale con tutte le canoe “spiaggiate” e pranzo, ripartenza alla volta della conca di Voltabarozzo, prima lungo il Piovego e poi risalendo il San Gregorio (segnalo queste due pagine con foto e video: Voltabarozzo e

View original post 55 altre parole

FrontRower

Stavo cercando sul sito di Selway Fisher qualche idea per costruire qualcosa di un po’ più grande di Flint o delle due Bateau FL14 (tutte visibili qui) e come al solito non ho potuto fare a meno di ridare un’occhiata alle loro canoe e barche a remi.

18' WINDRUSH ROWING SKIFF
Così in questa pagina ho notato il loro 18′ WINDRUSH ROWING SKIFF, ‘ottimizzata per il Front Rower’. Evvai! Che si possa realizzare il mio sogno di avere la barca a remi più veloce del Piovego, e magari anche vogando in avanti :)? Cos’è questo Front Rower system?

Si tratta del Front Rower di Ron Rantilla Rowing Systems. A detta dell’ideatore questo sistema sarebbe più efficiente del classico canottaggio a sedile mobile oltre ad avere il vantaggio di remare seduti rivolti in avanti. Il sistema è interessante e vien voglia di provarlo ma ancora di più mi piace la barca di cui propone anche i piani di costruzione: l’Odissey, nella versione 16.5 e 20′ piedi. Fantastica!

Odissey 16.5 di Ron Rantilla Rowing Systems

Mi ricorda anche qualcosa da approfondire a proposito di nuovi scafi efficienti a remi … ma non trovo più la fonte.

Una canoa da un foglio di compensato

Sto pensando di costruire una barca da 4 fogli di compensato in scala 1:2, in modo da usare un solo foglio .. per avere un bell’esemplare pubblicitario da tenere sul tetto della macchina .. e che sia chiaramente un modello non utilizzabile ..

Oggi mi sono fatto un giro in internet per vedere cosa si può fare direttamente con un solo foglio di compensato standard, ed ecco questa bella canoa: se la metto sul tetto della macchina mi sa che me la rubano :)!

IMG_1178

e questi i disegni dei pezzi

Flywood one sheet canoe 244x122cm - Panel layout 1

(tutto da questa discussione di WoodenBoat forum)

Facciamo rivivere i burci?

Casa delle Piccole Barche

Sempre alla ricerca di scafi efficienti a bassa velocità e con la propulsione elettrica.
Lo scorso autunno, guardando il burcio Nuova Maria sul prato del parco Venturini – Natale (o Fistomba), immaginavo di vederlo navigare .. spinto da un motore di soli 35 cavalli .. leggero e scorrevole nonostante la sua mole (circa 20 metri per chissà quante tonnellate) .. praticamente senza produrre onde..

burcio-nuova-maria
(immagine ‘rubata’ dal sito di Gilberto Penzo  www.veniceboats.com)

.. e ho pensato, al di la del fatto che sarebbe bello essere in grado di costruire una barca esattamente come quella, perché non provare a costruire qualcosa di simile su scala ridotta, diciamo 5-6 metri di lunghezza per 1,8 metri di larghezza, 6-7 passeggeri e un bordo libero a pieno carico di almeno 0,4 metri?
Le linee (qualcosa di simile) sono sicuro si possano riprodurre con il cuci e incolla.
Lo scafo nudo peserebbe circa 200-300 chili: potrebbe…

View original post 70 altre parole

Riscoprire Padova Città d’Acqua

Una manifestazione molto, ma molto interessante …

Casa delle Piccole Barche

Navighiamo Padova – Associazione Draghi – Casa delle Piccole Barche saranno presenti insieme a tanti altri amici dell’acqua.

Programma

link al pdf PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Davanti al Municipio di Padova,

Sabato con una delle barche costruite quest’inverno al Parco d’Europa ..

Domenica con materiale illustrativo ..

.. e, da oggi fino al 23 Giugno 2013, nel prezzo del noleggio di una barca sono inclusi un gelato da due palline o due gelati da una pallina (per barca e non per persona .. altrimenti mi rovino veramente ..) al bar del Parco Venturini – Natale (dove è la nostra sede) per ogni ora di noleggio.

View original post