DoryMan e le barche venete

Ieri sera stavo cercando nella rete per vedere di trovare dei piani per costruire con la tecnica del cuci e incolla una mascareta o qualcosa di simile e ho trovato questo bel blog, di qualcuno nell’Oregon (costa ovest degli Stati Uniti), direi. Molto ricco di articoli e immagini di barchette tradizionali o autocostruite di ogni tipo … fino ad arrivare alle ‘lontane’ Mascarete, Sandoli, Sampierote, etc. della Laguna Veneta (e non solo…).

Segnalo gli articoli

Rowing in Venice, dove è riportato un bellissimo video fornito da Giacomo De Stefano (Manontheriver)

e Venetian Boats, con altre belle foto dalla Laguna Veneta dell’amico Giacomo

… piccolo il mondo se vai a remi!

PS: una Dory non è così distante da un piccolo Sandolo o da una Mascareta (nell’immagine che segue una Dory, la Oarling di Devlin):

Una Dory: Devlin Oarling

Basterebbe modificare un po’ la prua e aggiungere la ‘bolla’ nella parte posteriore del fondo che permette di arretrare il peso senza farla ‘appoppare’ … e poi ovviamente le forcole (nell’immagine che segue una Mascareta a 4 vogatori della Canottieri Mestre):

Mascareta Canottieri Mestre

Ma per ora, tanto per restare sul tema partendo da una cosa semplice, ho comprato i piani di questa piroga, la Ranger di Selway-Fisher (di cui c’è anche la versione da 24 piedi, circa 7,3 metri …):

Selway-Fisher Ranger 16

Annunci

FrontRower

Stavo cercando sul sito di Selway Fisher qualche idea per costruire qualcosa di un po’ più grande di Flint o delle due Bateau FL14 (tutte visibili qui) e come al solito non ho potuto fare a meno di ridare un’occhiata alle loro canoe e barche a remi.

18' WINDRUSH ROWING SKIFF
Così in questa pagina ho notato il loro 18′ WINDRUSH ROWING SKIFF, ‘ottimizzata per il Front Rower’. Evvai! Che si possa realizzare il mio sogno di avere la barca a remi più veloce del Piovego, e magari anche vogando in avanti :)? Cos’è questo Front Rower system?

Si tratta del Front Rower di Ron Rantilla Rowing Systems. A detta dell’ideatore questo sistema sarebbe più efficiente del classico canottaggio a sedile mobile oltre ad avere il vantaggio di remare seduti rivolti in avanti. Il sistema è interessante e vien voglia di provarlo ma ancora di più mi piace la barca di cui propone anche i piani di costruzione: l’Odissey, nella versione 16.5 e 20′ piedi. Fantastica!

Odissey 16.5 di Ron Rantilla Rowing Systems

Mi ricorda anche qualcosa da approfondire a proposito di nuovi scafi efficienti a remi … ma non trovo più la fonte.

Perché costruire un modellino di carta

Se c’è qualcosa che ti attira nell’idea di costruirti una piccola barca in compensato marino, magari perché la barca come la vorresti tu non la trovi in commercio, magari per risparmiare, magari perché non lo sai esattamente perché ma ti interessa l’idea, allora prova a costruire un modellino di carta o, meglio, di cartoncino leggero (quello delle scatole dei cereali, per esempio).

E’ semplice e puoi fare come ho fatto io: seguendo gli stessi consigli del progettista Gavin Atkin, ho scaricato i progetti gratuiti per la costruzione del suo Ella Skiff, ho stampato, così come sono, i disegni in scala, li ho ritagliati e uniti insieme con del nastro adesivo.

Prima di farlo non ero del tutto sicuro dell’utilità di questo esercizio, ma, visto che avevo letto lo stesso consiglio anche da altre fonti (per esempio il libro di Paolo Lodigiani Costruire Rapidamente Piccole Barche in Legno) ho deciso di provare. L’esercizio è stato in realtà il primo passo decisivo: intanto la cosa si poteva fare, sebbene su una scala ridotta, la tecnica utilizzata per costruire il modellino è sostanzilamente la stessa che si utilizza per costruire la barca vera; poi la magia di aver visto nascere delle belle linee armoniose, tridimensionali, utilizzando pezzi ritagliati da una superfice piana (vedere articolo sulle barche di legno).

E’ rimasto li per qualche settimana, e, ogni volta che lo vedevo, mi piaceva sempre di più e al tempo stesso mi ricordava che questa cosa si poteva fare.

Le esigenze di qualcosa di più ‘marino’ mi hanno poi portato a costruire una barca diversa ma, anche adesso che ho costruito la prima barca (Flint), quando lo vedo in salotto mi incoraggia e mi sprona a costruirne altre …

… e prima o poi dovrò costruire anche un Ella Skiff, che ne dite?

(immagine dal sito di Gavin Atkin)

Casa delle Piccole Barche

Il 22 Settembre ho inaugurato la Casa delle Piccole Barche.

La mia nuova attività!!! 🙂

Si tratta di un centro locazione piccoli natanti a Padova sul canale Piovego,

per ora due fantastiche Terhi Saiman di cui avevo parlato già nel primo articolo del sito

Le ho fatte arrivare dalla Finlandia grazie e per tramite di Ales di Tehnosol d.o.o. in Slovenia!

Le due Saiman sono motorizzate con un motore elettrico Minn Kota endura c2 30, di cui avevo parlato qui, e vanno (piano) che è una meraviglia (facendo la felicità di chi le usa, a remi o a motore, e di chi sta nelle vicinanze: persone, animali o cose che siano)!

Penso che in questa nuova attività, e di conseguienza nel nuovo sito, darò un certo spazio all’autocostruzione …

52° Salone Nautico Internazionale di Genova – dal 6 al 14 Ottobre 2012

Fino a poche ore fa pensavo di riuscire a fare una scappata in giornata ma poi alla fine ho desistito, troppi chilometri, e poi ho da fare qui a Padova …
Però col cuore sarò presente.

(Immagine dal sito ufficiale del Salone Nautico di Genova)
Penso anche che i miei lettori ormai conoscano i miei interessi, quindi, se qualcuno mi manda le sue fotografie le pubblico volentieri, su richiesta dell’interessato con Nome e Cognome.

Forza allora con tutto quello che vedete di carino, soprattutto se piccolo, di prezzo abbordabile, sostenibile, dislocante … che vada bene a remi o con un piccolo fuoribordo … ma anche a vela, qualche novità, e magari qualche bella idea da affiancare alle due Terhi Saiman  e a Flint nella mia piccola base nautica di Padova.

Le foto del varo del prototipo Calypso

Prendo in prestito un paio di foto dal sito Calypso barca smontabile (che continuerò a seguire per gli sviluppi futuri) per segnalare le foto del varo del prototipo di questa interessante ‘3 in 1’ (remi, vela, motore) smontabile, vista da me per la prima volta al Salone Nautico di Venezia 2012 e già segnalata nelle pagine dedicate (vedi articolo e galleria).

Riassumendo, queste sono le caratteristiche:
Lunghezza: 3,71 m
Larghezza: 1,50 m
Altezza: 0,55 m
Peso: 65 kg (30+35 kg), circa
Capacità: 4 persone
Lo scafo si smonta in due parti. Una volta smontato la parte di prua si ripone in quella di poppa con un un ingombro totale pari a 2,00 m in altezza, 1,50 m in larghezza e 0,55 m in profondità; come un armadio che d’inverno può esser tenuto in garage, senza costi di rimessaggio.
E’ previsto l’utilizzo a remi, a vela e a motore.

Canoe Angelini: trasformazioni vela e motore per canoe e kayak

Una proposta molto interessante per trasformazioni a vela e/o a motore sulla base di kayak o canoe già esistenti in commercio (e questa volta siamo in Italia).

Nel video si vede in azione prima il kit a vela e poi la versione motorizzata: mi piace proprio, complimenti! Per certi utilizzi, tra i motori a scoppio, il motore Honda 2,3 hp 4t è praticamente una scelta obbligata: il più leggero in commercio, non ha le marce (si usa solo la ‘manetta’ come nei moderni scooter) ed è raffreddato ad aria, con tanti vantaggi nell’uso… e nella manutenzione. Comodo l’alloggiamento per una piccola tanica per la scorta di benzina (il serbatoio incoroporato del motore tiene circa un litro, con cui si va a manetta per quasi un’ora: inutile vista la lunghezza limitata dello scafo, preferibile andare in giro molto più a lungo andando un poco più piano – vedere Velocità critica) e un piccolo estintore, c’è proprio tutto. Per quanto riguarda il kit a vela, se si vuole più stabilità, è anche possibile aggiungere gli stabilizzatori laterali, per quanto riguarda la motorizzazione nulla vieta di pensare all’elettrico. Altro materiale è presente sul sito Canoeangelini.

Nel video appena visto i kit erano allestiti sul modello Bilbao di Bic Sport (Bicsportkayaks/kayak-sit-tops).

un Sit on Top rigido comodo e stabile, per una persona, ma di cui esiste anche la versione Tobago per 2 adulti + un bambino

che, per via della maggiore lunghezza, probabilmente con il motore andrà ancora meglio…

non vedo l’ora di vedere in azione qualcosa di simile.

Walker Bay 8 e 10, due facili dinghy multiuso

Simpatico questo piccolo dinghy multiuso, facile, leggero e robusto, utilizzabile a remi, a motore o a vela (immagini da Walker Bay).

Walker Bay 310 RID

Walker Bay 310 RID

Walker Bay 8

Walker Bay 8, rotella per facilitare il trasporto

Esistono due versioni:

8 piedi (251 cm x 32 kg di peso, nell’angolo posteriore della chiglia ha addirittura una rotellina per facilitare il trasporto, porta 2 persone, max 2 hp)

10 piedi (295 cm x 57 kg di peso, porta 3 persone, max 3 hp).

  
Walker Bay 8 e 10

Walker Bay 8 e 10

 
Se poi volete più stabilità, con pochissimi kg di peso in più, si può ‘espandere’ con il RID kit: diventa una specie di gommoncino a carena rigida, aumenta di una unità la portata in persone e aumenta anche la motorizzazione massima.
 
Walker Bay 8 RID e Walker Bay 10 RID

Walker Bay 8 RID e Walker Bay 10 RID

E poi, volendo, si possono applicare diverse tipologie di vele, con o senza RID kit (io lo metterei sempre, anche senza vela, altrimenti la ‘scuffiata’ è dietro l’angolo). 
  
Walker Bay 10 RID + Vela Hight Performance e Walker Bay 10 + Vela Performance

Walker Bay 10 RID + Vela Hight Performance e Walker Bay 10 + Vela Performance

Altre informazioni sul sito Walker Bay, catalogo: Rigid Dinghy Brochure.
 

E se la Kaboat diventasse un catamarano (ma non solo…): PaddleSki

SeaEaegle Paddleski, utilizzo Kayak doppio, immagine da SeaEagle.com

I due articoli precedenti (Un gommone smontabile di circa 3 metri e Kayak gonfiabile + gommone = kaboat) erano anche funzionali ad arrivare a parlare del primo vero battello pneumatico multiuso e dislocante che abbia mai visto: il  Sea Eagle PaddleSki.

Sea Eagle PaddleSki, un battello - 5 utilizzi, immagine da SeaEagle.com

Non ho barato, nel senso che questo è stato l’ordine con cui ho ‘scoperto’ i tre mezzi ed è anche l’ordine giusto per presentarli.

Riassumendo, nei due articoli precedenti:

  1. Abbiamo visto cosa rende interessante e simpatico un gommoncino smontabile di 3 metri o poco più.
  2. Poi, mettendo in secondo piano la planata ‘spettacolare’ a tutti i costi, se si vuole risparmiare al massimo su pesi e consumi, e magari poter anche esplorare sottocosta remando e pagaiando (o veleggiando), la kaboat diventa un mezzo interessante (è anche vero che plana anch’essa e con motori più piccoli rispetto al gommoncino, ma dai video che ho visto parlerei di planata ‘soft’, inoltre, preferisco mettere in risalto la sua migliore attitudine al dislocamento rispetto al gommoncino).

Ebbene, da quello che ho visto nei video e dalle sue caratteristiche il Sea Eagle PaddleSki è ancora un passo avanti in questa ideale evoluzione: ancora più efficiente, ancora più votato al dislocamento, ancora più simile ad un kayak o ad una barca a remi se usato rispettivamente con la pagaia o con i remi e infine, probabilmente, anche meglio a vela.

PaddleSki, Schema catamarano, immagine tratta da SeaEagle.com

Questo grazie all’idea di spostare il fondo da sotto a sopra, facendolo diventare uno stretto catamarano gonfiabile: si hanno contemporaneamente la stabilità di un kayak largo, che sarebbe facile e sicuro ma poco veloce, e la scorrevolezza di quelli più sportivi e affusolati, ma meno stabili.

Queste le principali caratteristiche tecniche:

Dimensioni 427 cm x 99 cm
Sgonfio: 97 cm x 48 cm x 25 cm
Diametro tubolari: 36 cm
Portata: 2 adulti o 295.45 kg
Peso: 19 kg
Numero camere d’aria: 2 (dritta e sinistra)
Materiale: 1100 Decitex Reinforced
Fondo: 1000 Denier Reinforced Material
Motorizzazione massima: 55 lb. elettrico o 3 hp a scoppio
Tempo di gonfiaggio: 7 min.

 

Continua a leggere

Kayak gonfiabile + gommone = kaboat

Il titolo non è altro che la traduzione del ‘motto’ di un sito che vende questi battelli (Boatstogo) ed effettivamente rende l’idea: assomigliano molto ad un classico gommone ma più stretto e allungato.

Attualmente in listino ci sono 4 modelli, riassumo le caratteristiche pricipali, altre informazioni, una miriade di foto e video su Boatstogo:

Dati/Modelli 12 piedi (SK396) 14 piedi (SK430) 15 piedi (SK470) 16 piedi (SK487)
Lunghezza 360 cm 420 cm 465 cm 480 cm
Larghezza 105 cm 105 cm 105 cm 125 cm
Largh. Int. 35 cm 35 cm 35 cm 40 cm
Diam tubolari 33 cm 33 cm 33 cm 45 cm
Peso 21,6 kg 26,1 kg 28,8 kg 40 kg
Persone 2+1 3 3+1 3+1
Potenza max mot 2,5 HP 8 HP 4t, 10 HP 2t 10 HP 10 HP 4t, 15 HP 2t
Materiale 1100 Den PVC 1100 Den PVC 1100 Den PVC 1100 Den PVC
Colore Grigio chiaro, Rosso Grigio chiaro, Rosso Grigio chiaro, Rosso Grigio chiaro, Nero
Prezzo 499 $ 599 $ 699 $ 849 $

Continua a leggere