Canoe Angelini: trasformazioni vela e motore per canoe e kayak

Una proposta molto interessante per trasformazioni a vela e/o a motore sulla base di kayak o canoe già esistenti in commercio (e questa volta siamo in Italia).

Nel video si vede in azione prima il kit a vela e poi la versione motorizzata: mi piace proprio, complimenti! Per certi utilizzi, tra i motori a scoppio, il motore Honda 2,3 hp 4t è praticamente una scelta obbligata: il più leggero in commercio, non ha le marce (si usa solo la ‘manetta’ come nei moderni scooter) ed è raffreddato ad aria, con tanti vantaggi nell’uso… e nella manutenzione. Comodo l’alloggiamento per una piccola tanica per la scorta di benzina (il serbatoio incoroporato del motore tiene circa un litro, con cui si va a manetta per quasi un’ora: inutile vista la lunghezza limitata dello scafo, preferibile andare in giro molto più a lungo andando un poco più piano – vedere Velocità critica) e un piccolo estintore, c’è proprio tutto. Per quanto riguarda il kit a vela, se si vuole più stabilità, è anche possibile aggiungere gli stabilizzatori laterali, per quanto riguarda la motorizzazione nulla vieta di pensare all’elettrico. Altro materiale è presente sul sito Canoeangelini.

Nel video appena visto i kit erano allestiti sul modello Bilbao di Bic Sport (Bicsportkayaks/kayak-sit-tops).

un Sit on Top rigido comodo e stabile, per una persona, ma di cui esiste anche la versione Tobago per 2 adulti + un bambino

che, per via della maggiore lunghezza, probabilmente con il motore andrà ancora meglio…

non vedo l’ora di vedere in azione qualcosa di simile.

Annunci

Walker Bay 8 e 10, due facili dinghy multiuso

Simpatico questo piccolo dinghy multiuso, facile, leggero e robusto, utilizzabile a remi, a motore o a vela (immagini da Walker Bay).

Walker Bay 310 RID

Walker Bay 310 RID

Walker Bay 8

Walker Bay 8, rotella per facilitare il trasporto

Esistono due versioni:

8 piedi (251 cm x 32 kg di peso, nell’angolo posteriore della chiglia ha addirittura una rotellina per facilitare il trasporto, porta 2 persone, max 2 hp)

10 piedi (295 cm x 57 kg di peso, porta 3 persone, max 3 hp).

  
Walker Bay 8 e 10

Walker Bay 8 e 10

 
Se poi volete più stabilità, con pochissimi kg di peso in più, si può ‘espandere’ con il RID kit: diventa una specie di gommoncino a carena rigida, aumenta di una unità la portata in persone e aumenta anche la motorizzazione massima.
 
Walker Bay 8 RID e Walker Bay 10 RID

Walker Bay 8 RID e Walker Bay 10 RID

E poi, volendo, si possono applicare diverse tipologie di vele, con o senza RID kit (io lo metterei sempre, anche senza vela, altrimenti la ‘scuffiata’ è dietro l’angolo). 
  
Walker Bay 10 RID + Vela Hight Performance e Walker Bay 10 + Vela Performance

Walker Bay 10 RID + Vela Hight Performance e Walker Bay 10 + Vela Performance

Altre informazioni sul sito Walker Bay, catalogo: Rigid Dinghy Brochure.
 

Finalmente! Padova, Mondomare 2012

E’ finalmente arrivata Mondomare 2012. L’aspettavo da dicembre 2011, con i ricordi ancora freschi del Salone Nautico di Genova.

Dalle poche informazioni che avevo trovato in giro, mi aspettavo un’esposizione dedicata alla piccola e piccolissima nautica, con forte presenza di espositori locali.

Vista dall'ingresso

Vista dall'ingresso

Questo ho trovato (potete vedere la galleria di immagini):

Officina Nautica Zandarin, WalkAround Mingolla Brava 22WA

Officina Nautica Zandarin, WalkAround Mingolla Brava 22WA

ben ‘coperto’ il settore dei natanti da diporto a motore, dagli open di circa 5 metri, passando dai walkaround di 6,5/7,5 metri, fino a qualcosa di più grande, ma tutto, se non sbaglio (non ho guardato molto attentamente gli esemplari più grandi), entro la categoria ‘natante’ (10 metri) o giù (su) di lì. Erano ben rappresentati anche i gommoni, dai tender a quelli, di nuovo, fino ad avvicinarsi al limite superiore dei natanti.

Alla fine per guardare con un minimo di attenzione tutto, il Sabato mi ci son volute 3 ore (e Domenica non ci sono ritornato… perché altrimenti non avrei scritto quest’articolo). Peccato aver trovato veramente pochissimi esemplari di roba veramente piccola (forza!!! per divertirsi non è necessario, anche ‘solo’ con un natante, bruciare 70 litri di benzina all’ora):

  • nessun kayak o canoa di qualunque tipo, gonfiabile o rigida
  • un’unica barca di legno: la Mascareta degli Amissi del Piovego
    • Amissi del Piovego
    • Amissi del Piovego

due sole barche utilizzabili a remi: di nuovo la Mascareta degli Amissi del Piovego, e il dinghy Walker Bay che, nella versione 8 e 10 piedi è stato presentato come ‘remi + piccolo fuoribordo Yamaha 2,5 hp’ e ‘kit vela + kit gonfiabile perimetrale (per aumentarne la stabilità)’ diventando così anche

  • l’unica barca a vela presente

 

Walker Bay 10 con tubolari e vela

Walker Bay 10 con tubolari e vela

Walker Bay 8 remi e motore
Walker Bay 8 remi e motore

 

 

 

  • tre sole barche dislocanti: sempre la Mascareta e il dinghy Walker Bay di cui sopra e il gozzo Nicki 550 con l’ultraeconomico diesel Solé 16, presentato da Ambromar
Ambromar srl, gozzo Nicki 550, motore Solé 16

Ambromar srl, gozzo Nicki 550, motore Solé 16

Di nuovo il link alla galleria di immagini.

Corso interattivo di tecnica su Kayak

Fantastico! Cliccando sull’animazione si aprirà un bellissimo corso interattivo, utile per chi vuole imparare a pagaiare: dall’inizio, gli accessori e i termini, la partenza da pontile e da riva, le basi della pagaiata, la sicurezza, ai ‘trucchetti più evoluti’, le tecniche più avanzate e l’eskimo.

Onori a Nikko Hakkarainen che ha fatto questa bellissima guida animata, a Giovanni Chiola del Circolo Canoaverde di Genova Nervi che l’ha tradotto in Italiano e al mio amico di Sportfactor che ne ha parlato su SportyDoo.

Un’immagine d’esempio:

Immagine dal corso su kayakpaddling.net

Vai al corso su www.kayakpaddling.net

Kayak smontabili modulari Tequila! e Martini di Point 65°N

Una possibile alternativa al Kayak/Canoa gonfiabile, per chi vuole facilità di trasporto e rimessaggio, ma allo stesso tempo non vuole rinunciare allo scafo rigido: al 51° Salone Nautico Internazionale di Genova del 7 Ottobre 2011 avevo fotografato un kayak marino modulare, scomponibile in 2 o 3 parti, della Resinvetro.

Ebbene c’è un altro produttore, Point 65°N (vedere la pagina ‘The Kayaks/Take apart’ per altre informazioni e schede tecniche su ciascun modello), che ha in catalogo due modelli di kayak turistici modulari: il Sit On Top Tequila! e la versione ‘chiusa’ Martini.

Tequila! Tandem, Sit On Top modulare, immagine da Point 65°N

Qui sono rappresentate le versioni a due posti, la versione singola è senza il modulo centrale (quindi, acquistando la versione a due posti, all’occorenza si ha a disposizione la versione singola).

Martini Tandem, Kayak modulare, immagine da Point 65°N

Si tratta di kayak stabili, adatti ad un uso ricreativo, per la pesca e il turismo a raggio corto o medio (la versione chiusa Martini ha due capienti gavoni stagni per stivare i bagagli) e promettono discrete prestazioni:

Continua a leggere

E se la Kaboat diventasse un catamarano (ma non solo…): PaddleSki

SeaEaegle Paddleski, utilizzo Kayak doppio, immagine da SeaEagle.com

I due articoli precedenti (Un gommone smontabile di circa 3 metri e Kayak gonfiabile + gommone = kaboat) erano anche funzionali ad arrivare a parlare del primo vero battello pneumatico multiuso e dislocante che abbia mai visto: il  Sea Eagle PaddleSki.

Sea Eagle PaddleSki, un battello - 5 utilizzi, immagine da SeaEagle.com

Non ho barato, nel senso che questo è stato l’ordine con cui ho ‘scoperto’ i tre mezzi ed è anche l’ordine giusto per presentarli.

Riassumendo, nei due articoli precedenti:

  1. Abbiamo visto cosa rende interessante e simpatico un gommoncino smontabile di 3 metri o poco più.
  2. Poi, mettendo in secondo piano la planata ‘spettacolare’ a tutti i costi, se si vuole risparmiare al massimo su pesi e consumi, e magari poter anche esplorare sottocosta remando e pagaiando (o veleggiando), la kaboat diventa un mezzo interessante (è anche vero che plana anch’essa e con motori più piccoli rispetto al gommoncino, ma dai video che ho visto parlerei di planata ‘soft’, inoltre, preferisco mettere in risalto la sua migliore attitudine al dislocamento rispetto al gommoncino).

Ebbene, da quello che ho visto nei video e dalle sue caratteristiche il Sea Eagle PaddleSki è ancora un passo avanti in questa ideale evoluzione: ancora più efficiente, ancora più votato al dislocamento, ancora più simile ad un kayak o ad una barca a remi se usato rispettivamente con la pagaia o con i remi e infine, probabilmente, anche meglio a vela.

PaddleSki, Schema catamarano, immagine tratta da SeaEagle.com

Questo grazie all’idea di spostare il fondo da sotto a sopra, facendolo diventare uno stretto catamarano gonfiabile: si hanno contemporaneamente la stabilità di un kayak largo, che sarebbe facile e sicuro ma poco veloce, e la scorrevolezza di quelli più sportivi e affusolati, ma meno stabili.

Queste le principali caratteristiche tecniche:

Dimensioni 427 cm x 99 cm
Sgonfio: 97 cm x 48 cm x 25 cm
Diametro tubolari: 36 cm
Portata: 2 adulti o 295.45 kg
Peso: 19 kg
Numero camere d’aria: 2 (dritta e sinistra)
Materiale: 1100 Decitex Reinforced
Fondo: 1000 Denier Reinforced Material
Motorizzazione massima: 55 lb. elettrico o 3 hp a scoppio
Tempo di gonfiaggio: 7 min.

 

Continua a leggere

Kayak gonfiabile + gommone = kaboat

Il titolo non è altro che la traduzione del ‘motto’ di un sito che vende questi battelli (Boatstogo) ed effettivamente rende l’idea: assomigliano molto ad un classico gommone ma più stretto e allungato.

Attualmente in listino ci sono 4 modelli, riassumo le caratteristiche pricipali, altre informazioni, una miriade di foto e video su Boatstogo:

Dati/Modelli 12 piedi (SK396) 14 piedi (SK430) 15 piedi (SK470) 16 piedi (SK487)
Lunghezza 360 cm 420 cm 465 cm 480 cm
Larghezza 105 cm 105 cm 105 cm 125 cm
Largh. Int. 35 cm 35 cm 35 cm 40 cm
Diam tubolari 33 cm 33 cm 33 cm 45 cm
Peso 21,6 kg 26,1 kg 28,8 kg 40 kg
Persone 2+1 3 3+1 3+1
Potenza max mot 2,5 HP 8 HP 4t, 10 HP 2t 10 HP 10 HP 4t, 15 HP 2t
Materiale 1100 Den PVC 1100 Den PVC 1100 Den PVC 1100 Den PVC
Colore Grigio chiaro, Rosso Grigio chiaro, Rosso Grigio chiaro, Rosso Grigio chiaro, Nero
Prezzo 499 $ 599 $ 699 $ 849 $

Continua a leggere

Un gommone smontabile di circa 3 metri

Quest’estate ad un certo punto pensavo che per le mie esigenze potesse andar bene un piccolo gommone. Cercavo qualcosa che fosse facilmente trasportabile in termini di peso e spazio occupato, che potesse essere sicuro in mare (in navigazione costiera) e che andasse decentemente con un piccolo motore. 
 
Riassumendo, fondamentalmente i gommoni smontabili si possono suddividere in queste categorie:
  1. Fondo piatto (gonfiabile a bassa pressione, tipo quello dei canotti, oppure con ‘paiolato a stecche’, in questo secondo caso il fondo è un semplice ‘lenzuolo’ di pvc

    Honwave T30, chiglia gonfiabile, paiolato in alluminio

    tenuto in posizione da una serie di stecche trasversali, tipo le doghe dei letti)

  2. Con carena a V e chiglia gonfiabile e paiolato in legno o alluminio
  3. Tutto gonfiabile con carena a V e paiolato anch’esso gonfiabile, ma ad alta pressione, in modo da avere un fondo rigido simile a quello in legno o alluminio ma, al tempo stesso, più leggero
  4. Chiglia rigida (da smontato inizia ad essere un po’ più ingobrante … e pesante, lasciamo perdere)

Per quanto riguarda le dimensioni si parte dai circa 2 metri agli oltre 4 metri. Quelli più lunghi (per i quali la scelta è tra il tipo 2. e 3.) alla fine iniziano ad essere impegnativi in termini di peso (per esempio un Honwave T38, praticamente il massimo della leggerezza con i suoi 3,8 metri, pesa già 48 kg; con il paiolato d’alluminio anche un più corto Honwave T35 (3,5 metri) arriva già a 73 kg; poi bisogna aggiungere motore e attrezzatura di bordo …). Oltre al fattore peso bisogna considerare che un gommone ‘deve’ planare: andare in dislocamento con un gommone è decisamente poco efficiente (oltre che frustrante), ma per planare ci vogliono cavalli, 5 o 6 con su un 4 metri sarebbero decisamente pochi. Viceversa quelli troppo piccoli hanno qualità marine troppo basse per usarli in mare, non hanno spazio a sufficienza e, contrariamente a quello che si potrebbe immaginare, a parità di motore, vanno peggio di quelli di dimensione leggermente maggiore.

Nei forum forum dedicati all’argomento molti utenti consigliano di non scendere sotto i 3,8/4 metri per motivi di spazio e di qualità marine, considerazioni giustissime, però ho trovato interessante la categoria intorno a 3/3,2 metri: molti sono già in classe di progettazione ‘C’ (navigazione costiera, onde fino a 2 m), pesano generalmente tra i 31 e i 55 kg a seconda della tipologia costruttiva (considerando solo la 2. e la 3.), alcuni portano fino a 5 persone (però attenzione nel calcolo degli spazi: ci devono stare il bagaglio e le dotazioni di sicurezza …) e, in condizioni ideali (mare molto calmo) i migliori planano facilmente anche con soli 5-6 hp e 2 persone a bordo (qualcuno, da solo e con qualche acrobazia, ci riesce anche con un 2,5 hp: Discussione su forum Gommoniemotori).

In questo video il montaggio di un Honwave T30 con paiolato in alluminio, si vedono bene anche le dimensioni complessive e gli spazi a bordo. In questo caso è ‘abbondantemente motorizzato’ con un 15 hp (gommone 54 kg, motore 46 Kg, da aggiungere serbatoio e dotazioni di sicurezza).

Continua a leggere